Ad un amico tedesco

Mondiali, Germania e Brasile, 7×1.

Riflettevo in questi giorni proprio sulla nostra reazione alla Germania (e con “nostra” intendo noi latini). Non credo abbia a che vedere (solo) con la guerra. E’ piuttosto il vostro attaccamento al percorso scelto, la pianificazione portata agli estremi, la riflessione profonda. Ci ricorda quello che non siamo e, diciamola tutta, non vogliamo esserlo.
Dunque non è un vostro problema, piuttosto è nostro. Non possiamo proprio sopportare, noi, i casinari, i folli, instabili latini, la certezza, l’inizio, il mezzo e la fine. Soprattuto la fine.
Abbiamo troppa paura della morte – e molto amore per la vita – per reggere la ragione tedesca. Che poi è uno dei motivi per i quali siete tanto attrati da noi.

Freud spiega?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...